Country:

ARCTIC REGION

A GITZO STORY BY: ROIE GALITZ

Roie Galitz - Wildlife Photography - Gitzo Ambassador

Roie Galitz

Israel

Le più grandi passioni della vita di Roie Galitz, sono la natura e la fotografia, che lo portano nella natura selvaggia. Come fotografo avventuroso wildlife, viaggia in condizioni estreme nei luoghi più remoti della terra, catturando immagini raramente viste prima di animali nei loro habitat naturali...

PROFILO AMBASSADOR


DOVE SONO STATO? REGIONE ARTICA

Credo che queste immagini, e quelle che vediamo sempre di più sui media, ci stiano aiutando a renderci conto di ciò che sta accadendo proprio ora, mentre parliamo, non lontano da qui. Quando le persone guardano le mie fotografie, mi piace guardarle negli occhi e notare le loro espressioni. Quando vedo anche solo un paio di occhi illuminati, so che la connessione è fatta, che ora sono i miei compagni in una meravigliosa avventura per proteggere la preziosa fauna e la natura.

 

Mi chiamo Roie Galitz, e sono un fotografo naturalista pluripremiato, ambasciatore Nikon, DJI, Wix e Greenpeace - Artico e Antartico. Per oltre un decennio, ho esplorato e documentato la fauna del nostro pianeta. Uno dei soggetti che amo di più, sono gli orsi polari che rischiano di estinguersi entro la fine di questo secolo. Ho deciso di sfruttare il potere della fotografia per aumentare la consapevolezza sui rischi che la regione artica e i suoi animali nativi devono affrontare.

La regione artica è una parte cruciale del nostro ecosistema. Svolge un ruolo importante nel bilanciare il clima globale e il livello del mare. Il suo riscaldamento ha un impatto diretto sulle società di tutto il mondo. Centinaia di milioni di persone vivono in regioni costiere con rischio di inondazioni, molte comunità sono in pericolo di delocalizzazione forzata, negato accesso al cibo e persino carestia. Il nostro destino è legato all'Artico e proteggere gli orsi polari significa proteggere noi stessi.

Recentemente ho lavorato in uno dei miei posti preferiti sulla terra: le isole Svalbard, nell'alto arctico. Un magico paese delle meraviglie, ricco di incredibile fauna selvatica, e un luogo ideale per perseguire il mio obiettivo: documentare la vita degli animali in via di estinzione nei loro habitat selvaggio e aumentare la consapevolezza delle minacce che incontrano oggigiorno. Lontano chilometri dalla presenza umana, una ricerca lunga e impegnativa in uno degli ambienti più difficili del mondo.

IL MIO KIT FOTOGRAFICO POTREBBE NON PROTEGGERMI DA UN ORSO, MA IO SCELGO LE SOLUZIONI DI SUPPORTO SU CUI POSSO FARE AFFIDAMENTO PER MANTENERE LA MIA FOTOCAMERA AL SICURO.

 

Nel mio viaggio alle isole Svalbard, dopo un'attesa lunga ed estenuante, arriva il momento che stavo aspettando. Una madre e i suoi cuccioli vengono verso di me come una banda musicale. Ho iniziato a scattare al ritmo del mio battito cardiaco accelerato, fino a quando queste belle creature erano troppo vicine. I fotografi naturalisti a volte hanno questa illusione che il loro kit sia una specie di scudo che li protegge dai pericoli. Ma questa non è la realtà, quindi mi sono rapidamente ritirato, lasciando indietro il mio equipaggiamento, ed è allora che ho capito che anche gli orsi polari amano la fotografia.

Un buon treppiede è essenziale per realizzare immagini e video dell'Artico. Il treppiede che ho scelto di utilizzare negli ultimi 5 anni è il treppiede in fibra di carbonio a 4 sezioni lungo Gitzo Systematic serie 3. Lo fisso con corde elastiche sul retro della mia motoslitta e quando ci fermiamo - lo preparo per le riprese. Adoro scattare il più basso possibile, quindi apro le gambe alla loro apertura più ampia per scattare a pochi centimetri dalla neve.

Il prossimo passo è quando monto la mia fotocamera sul treppiede, la mia Nikon D850 (con Grip) e Nikon 600mm F / 4E (a volte con X1.4TC). Una delle sfide con temperature così basse è che il grasso nelle teste fluide diventa più rigido con il freddo, quindi devo spostarlo prima di scattare per riscaldarlo e ottenere un movimento regolare.

LE MIE IMMAGINI DEI PROGETTI INVERNALI SONO STATE PRESENTATE IN INNUMEREVOLI RIVISTE E HA RICEVUTO MOLTI PREMI. ANCHE I VIDEO SONO STATI MOSTRATI IN TV, AD ESEMPIO NEL DOCUMENTARIO DELLA BBC "SNOW BEARS".

 

Ci sono solo due motivi per alzarsi di più della solita altezza per scattare: il primo è se c'è neve che ostruisce la visuale e il secondo è "la foschia da calore", una delle cose che odio di più. La foschia da calore si ha quando la turbolenza dell'aria sul terreno provoca sfocature nell'immagine. Quando ciò accade devo alzarmi un po' per ridurre l'effetto.

La stagione estiva comporta altri problemi. È molto difficile ottenere scatti stabili quando si fotografa da una barca o da uno Zodiak (e senza un sistema steadycam o cineflex). Per risolvere questo problema, io ho bisogno di mettere il mio treppiede in acqua senza mettere le gambe a terra. Fortunatamente, il mio treppiede Gitzo è stato in grado di supportare in sicurezza il mio equipaggiamento in oltre un metro d'acqua, e questo mi ha aiutato a ottenere lo scatto che volevo.

Fotografare la fauna selvatica nell'Artico è sempre una sfida, temperature ultra fredde, attrezzature fotografiche pesanti, raffiche di vento e ore di esposizione durante le riprese di foto e video. Ecco quando hai davvero bisogno di un compagno fidato per sostenere il tuo equipaggiamento!

Soluzioni per la fotografia nature & wildlife

La nuova linea di prodotti per la fotografia nature & wildlife,
è progettata per integrarsi perfettamente e per garantire il massimo livello di funzionalità sul campo,
permettendoti di rimanere concentrato sullo scatto.

Scopri di più

Canali Social

Capture. Share.

I nostri brand

Loading cart

Login